fbpx
Connect with us

News

SUZUKI KATANA: VERSIONE JINDACHI

blank

Published

on

blank

Suzuki Katana con la versione Jindachi si pone al vertice della gamma, grazie a un equipaggiamento d’eccezione

La Suzuki katana versione jindachi, con il suo nome ancora una volta ispirato all’affascinante mondo delle tradizionali armi bianche giapponesi. Jindachi identifica infatti una particolare categoria di spade a lama lunga, caratterizzate da ornamenti magnifici e finiture di pregio assoluto. La stessa attenzione ai dettagli si ritrova in questo allestimento, che riunisce il meglio di quanto presente nel catalogo degli accessori originali Suzuki.

blank

La spada katana era per il samurai molto più di una semplice arma

La spada era il simbolo di un modo d’interpretare con fierezza la vita e, una volta impugnata, diventava un’estensione del guerriero che la maneggiava. Oggi la Katana rappresenta qualcosa di molto simile per il motociclista, che si trasforma in un moderno samurai e si distingue nel mondo delle due ruote attraverso una moto di grande carisma, con un aspetto fuori dagli schemi e un’ergonomia perfetta. A tutto questo la nuova versione Jindachi aggiunge tanti particolari speciali, che portano a un livello ancor più alto l’integrazione uomo-macchina e fanno della moto un qualcosa da esibire più che mai con orgoglio.

SUZUKI KATANA VERSIONE JINDACHI PIÙ RICCA

La dotazione della Katana Jindachi si arricchisce di accessori che migliorano il comfort nell’uso quotidiano, impreziosiscono la linea ed esaltano le prestazioni così come il sound di scarico. Il pacchetto creato da Suzuki comprende:

blank

Scarico in titanio appositamente realizzato per la Katana dallo specialista Akrapovic, che dà un tocco più sportivo alla linea, consente un sensibile risparmio di peso e regala un sound più pieno al motore;

blank

Il cupolino è maggiorato per proteggere meglio il busto del pilota in velocità e dà continuità alle linee del frontale;

blank

Sella bicolore nera e rossa di pregevole fattura, impreziosita dal logo Katana stampato

blank

Questi sono gli adesivi per la carrozzeria, che sottolinea la sagoma filante delle sovrastrutture

blank

I magnifici adesivi per le ruote, che riprendono il rosso degli altri particolari

blank

Gli adesivi protettivi carbon look che accentuano la grinta della Katana e protezione per il serbatoio, sempre carbon look, che limita il rischio di graffi.

Il valore dell’intero kit

Supera i 1.500 Euro ma Suzuki inserisce la Katana Jindachi in listino a 14.290 Euro, con un incremento di soli 600 Euro rispetto alla versione standard garantendo un vantaggio cliente di oltre 900 Euro. La Katana Jindachi può essere ordinata in entrambe le colorazioni a catalogo, l’evocativa Silver e la seducente Black.

Tecnica

A parte il terminale di scarico Akrapovic, la Jindachi ripropone fedelmente il quadro tecnico della Katana standard.

Il motore è un’evoluzione di quello della celebre GSX-R1000 K5, configurato per erogare i suoi 150 cv in modo fluido e progressivo sin dai bassi regimi. Questo quattro cilindri è inserito in un telaio in alluminio rigido e molto compatto che permette di disegnare le curve con precisione. Il telaio è ben supportato da una spettacolare forcella upside-down KYB da 43 mm.

L’impianto frenante sfrutta pinze freno anteriori ad attacco radiale Brembo e un sistema antibloccaggio ABS Bosch. L’elettronica aiuta inoltre a gestire al meglio anche l’esuberanza del motore, grazie al controllo elettronico della trazione, e facilita l’avviamento e le partenze con i sistemi Suzuki Easy Start System e Low RPM Assist.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Riparte il Campionato Italiano Turismo FMI

blank

Published

on

FMI

Nel fine settimana due importanti manifestazioni a Pesaro e Udine. Il calendario mototuristico 2020, in continuo aggiornamento, è disponibile sul sito FMI.

Appuntamento nelle Marche e in Friuli Venezia Giulia per la ripresa del Campionato Italiano Mototurismo FMI. Sabato 4 e domenica 5 luglio, Pesaro e Udine ospiteranno attesi eventi validi come prove selettive. Gi eventi saranno organizzati nel rispetto delle misure sul Covid-19 e con le Linee Guida FMI appositamente predisposte.

Pesaro

Il Moto Club Tonino Benelli accoglierà gli appassionati in occasione del Motoraduno del Mare. Un evento abbinato alla Festa del Porto, che si svolge da oltre 500 anni. L’entroterra e l’offerta culinaria regionale aspettano i turisti in moto. E lo fanno anche nei due giri previsti al sabato e alla domenica. Senza dimenticare che il 4 luglio mattina verrà riaperta al pubblico la Mototeca Storica Marchigiana.

Motoclub

La mototeca è nello stesso edificio che ospita il Moto Club. È questo il Museo dedicato ai modelli Benelli di tutte le epoche e alle moto di storiche aziende marchigiane, con oltre 200 pezzi esposti per essere ammirati.

Udine

A Udine, dopo una brillante prima edizione, il Moto Club Morena torna in piazza con il 2° Motoraduno Nazionale Città di Udine. Un evento aperto a tutti i tesserati FMI, dedicato al mototurismo e a tutte le sue sfaccettature. Due motogiri alla scoperta del Friuli e dei suoi paesaggi, senza dimenticare monumenti e buon cibo. E per chi resta in città non ci sarà tempo per annoiarsi. Sono in programma spettacoli acrobatici di trial, dimostrazioni, stand enogastronomici e tanta musica!

Giovanni Copioli, Presidente FMI: “La ripartenza degli eventi turistici è un segnale importante di fiducia ed entusiasmo, sia per i motociclisti ma anche per le amministrazioni delle località in cui si svolgono i nostri eventi. Ricordo spesso che il Mototurismo rappresenta una vera e propria risorsa per il territorio, e lo è ancor di più in un momento particolare come quello che stiamo vivendo. In vista dell’attesa ripresa, rivolgo un saluto ai nostri Moto Club, ai nostri Tesserati e a tutti coloro che animeranno gli eventi FMI nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19”.

“Attendiamo questo primo fine settimana di luglio con grande piacere e soddisfazione – commenta Rocco Lopardo, Presidente della Commissione Turistica FMI -, perché è un altro importante segnale di ritorno verso la normalità. Dopo tanti giorni di stop causa virus, vedere che la vitalità e la voglia di organizzare dei nostri Moto Club sono intatte, è un ottimo segnale. Siamo sicuri che a queste si abbinerà la passione di molti Tesserati che non vedono l’ora di riprendere la moto per partecipare ad un evento organizzato nel totale rispetto delle attuali norme federali di sicurezza sanitaria”.

Il calendario degli eventi 2020, in continuo aggiornamento vista la situazione legata al Covid-19, è disponibile sul sito federmoto.it.

Continue Reading

News

Rievocazione Storica ISDT 1980. Il 12 luglio la presentazione della squadra italiana a Salice Terme

blank

Published

on

FMI

Dal 22 al 27 settembre prossimi andrà in scena la Rievocazione della ISDT 1980.

A Brioude, in Francia, verrà celebrato il 40° anniversario di quella che fu una competizione indimenticabile per l’Italia. La nostra nazionale – che allora, come oggi, era tra le migliori del panorama mondiale – fu capace di conquistare il Trofeo bissando il successo dell’anno precedente.

La squadra italiana

Sarà pronta a prendere parte all’evento rievocativo sarà presentata domenica 12 luglio a Salice Terme, durante una conferenza stampa. A seguito della quale i piloti proveranno le moto in un’area training dedicata. Le iniziative si terranno nel pieno rispetto delle norme per il contrasto della diffusione del Covid-19 e segneranno l’inizio del conto alla rovescia verso la Rievocazione della ISDT 1980.

A settembre, a Brioude, l’Italia sarà rappresentata da Franco Bartocci (Commissario Tecnico), Pier Luigi Rottigni (Direttore Sportivo) e dai piloti Luca Benedetti, Cesare Bernardi, Walter Bettoni, Gualtiero Brissoni, Maurizio Cecconi, Fabio Fasola, Roberto Gaiardoni, Adriano Micozzi, Pier Franco Muraglia, Giovanni Pieroni, Dario Salvi, Angelo Signorelli. Romano Bernasconi e Giancarlo Reseghetti saranno i cronometristi.

Continue Reading

News

“Benelli Days” 2020

blank

Published

on

By

blank

Si terranno il 10 e 11 luglio i “Benelli Days” 2020, due giornate di porte aperte e demo-
ride organizzate da Benelli in collaborazione con la sua rete di concessionari ufficiali,

in cui sarà possibile provare su strada i modelli presenti nella gamma della Casa
pesarese.

benelli
Per l’occasione saranno coinvolte circa 100 concessionarie in tutta Italia, per offrire la
possibilità a tutti gli appassionati delle due ruote di testare gratuitamente le best-seller
della Casa del Leoncino e tutte le novità 2020.

Tra le moto in prova la 752S, la TRK 502X, l’Imperiale 400 e il Leoncino 500.

I “Benelli Days” saranno l’occasione per condividere le prime impressioni di guida e
per ricevere maggiori informazioni e dettagli relativi alle moto in prova. Tutti coloro
che parteciperanno alle giornate di test riceveranno un simpatico gadget della Casa di
del Leoncino al termine della prova.

Nel rispetto delle normative anti-Covid e per evitare ogni forma di assembramento,
sarà necessario prenotare la prova contattando direttamente il concessionario di zona e
concordare con lui giorno e orario del test. Il giorno della prova, basterà presentarsi in
concessionaria indossando una mascherina di protezione e con il proprio
abbigliamento tecnico e casco per effettuare il test su strada.
Per scoprire le concessionarie aderenti visita il sito italy.benelli.com.

Continue Reading

Trending