fbpx
Connect with us

News

Veicoli Storici Il No di ASI alla Distruzione dei Documenti

blank

Published

on

veicoli storici

ASI interviene sul “documento unico”: no alla distruzione dei documenti originali dei veicoli storici

La carta di circolazione e il certificato di proprietà rappresentano un “corredo” importante e significativo per i veicoli storici e del collezionismo. Parte della loro memoria, infatti, è conservata e tramandata da questi documenti. Documenti che sono anche testimoni dell’evoluzione avvenuta in oltre un secolo di pratiche burocratiche per la gestione dei veicoli.

Con l’avvio, il 4 maggio, della seconda fase di attuazione del decreto legislativo 98/2017 in materia di rilascio del Documento Unico di circolazione e di proprietà tutti i documenti cartacei sono destinati alla distruzione.

Come cambia la normativa per i veicoli storici

Le nuove procedure telematiche prevedono la totale digitalizzazione delle istanze e della documentazione a corredo, con conseguente necessità di dematerializzare la documentazione nativa cartacea. L’Automotoclub Storico Italiano sta intervenendo nelle sedi competenti per modificare tale procedura e per salvare questa componente fondamentale di “memoria storica” legata ai veicoli più datati.

La seconda fase di attuazione del suddetto decreto ha come oggetto i motocicli e le autovetture in uso proprio. E prevede l’utilizzo delle sole procedure telematiche per il rilascio del Documento Unico nei casi di: cancellazione dei dati inerenti l’intestazione temporanea di veicoli a nome di soggetto diverso dall’intestatario (mini volture dei commercianti); sottrazione, smarrimento, distruzione (cessata circolazione e demolizione per esportazione) e deterioramento dell’originale.

Veicoli Storici
Per i suddetti casi, dal 4 maggio è quindi previsto l’obbligo della gestione telematica. Mentre tale procedura rimane facoltativa fino al 31 maggio per le operazioni di immatricolazione, di nazionalizzazione, di re-immatricolazione e di trasferimento della proprietà. Dal 1° giugno, quindi, anche con i semplici passaggi di proprietà tra privati si assisterà alla distruzione dei documenti originali cartacei se nel frattempo non verranno modificate le procedure, magari con deroghe specifiche per i veicoli di interesse storico e collezionistico sulle quali sta intervenendo ASI.
Secondo le ultime disposizioni ministeriali, la definitiva applicazione del Documento Unico e della procedura telematica per ogni istanza dovrà avvenire entro il 31 ottobre 2020.

Le precisazioni

“Prima che scattasse l’emergenza Covid-19 – ricorda Alberto Scuro, presidente dell’Automotoclub Storico Italiano – era stato avviato un tavolo di lavoro con la Direzione Generale della Motorizzazione per la risoluzione di tutta una serie di problematiche legate ai veicoli di interesse storico e collezionistico, in particolare le revisioni periodiche dei veicoli ante 1960 e di quelli centenari. Ora si è aggiunta la tematica del Documento Unico con la prevista distruzione dei documenti originali cartacei. Un danno enorme per i veicoli storici e per scongiurarlo abbiamo già inoltrato le nostre proposte, che sarebbero di semplice ed immediata attuazione”.

A norma dell’art. 1, comma 1, del decreto legislativo n. 98/2017, il Documento Unico è costituito dalla carta di circolazione, redatta secondo le disposizioni contenute nella direttiva 29 aprile 1999, n. 1999/37/CE del Consiglio, nella quale vengono annotati i dati relativi alla situazione giuridico-patrimoniale degli autoveicoli, dei motoveicoli e dei rimorchi iscritti al PRA in quanto assoggettati al regime dei mobili registrati ai sensi delle vigenti disposizioni contenute nel codice civile.

Competente al rilascio del DU è il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in quanto “centro unico di servizio”, attraverso i propri Uffici periferici della Motorizzazione Civile e gli Sportelli Telematici dell’Automobilista. Il DU ha validità di certificazione dei dati in esso contenuti. Fermo restando che per i dati relativi alla proprietà e alla locazione finanziaria dei veicoli la responsabilità è in capo ad ACI. ACI è tenuto a validarli ai sensi dell’art. 1, comma 2, let. c), del d.l.vo n. 98/2017.

La normativa completa è consultabile sul sito internet del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (www.mit.gov.it) e su www.ilportaledellautomobilista.it.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Riparte il Campionato Italiano Turismo FMI

blank

Published

on

FMI

Nel fine settimana due importanti manifestazioni a Pesaro e Udine. Il calendario mototuristico 2020, in continuo aggiornamento, è disponibile sul sito FMI.

Appuntamento nelle Marche e in Friuli Venezia Giulia per la ripresa del Campionato Italiano Mototurismo FMI. Sabato 4 e domenica 5 luglio, Pesaro e Udine ospiteranno attesi eventi validi come prove selettive. Gi eventi saranno organizzati nel rispetto delle misure sul Covid-19 e con le Linee Guida FMI appositamente predisposte.

Pesaro

Il Moto Club Tonino Benelli accoglierà gli appassionati in occasione del Motoraduno del Mare. Un evento abbinato alla Festa del Porto, che si svolge da oltre 500 anni. L’entroterra e l’offerta culinaria regionale aspettano i turisti in moto. E lo fanno anche nei due giri previsti al sabato e alla domenica. Senza dimenticare che il 4 luglio mattina verrà riaperta al pubblico la Mototeca Storica Marchigiana.

Motoclub

La mototeca è nello stesso edificio che ospita il Moto Club. È questo il Museo dedicato ai modelli Benelli di tutte le epoche e alle moto di storiche aziende marchigiane, con oltre 200 pezzi esposti per essere ammirati.

Udine

A Udine, dopo una brillante prima edizione, il Moto Club Morena torna in piazza con il 2° Motoraduno Nazionale Città di Udine. Un evento aperto a tutti i tesserati FMI, dedicato al mototurismo e a tutte le sue sfaccettature. Due motogiri alla scoperta del Friuli e dei suoi paesaggi, senza dimenticare monumenti e buon cibo. E per chi resta in città non ci sarà tempo per annoiarsi. Sono in programma spettacoli acrobatici di trial, dimostrazioni, stand enogastronomici e tanta musica!

Giovanni Copioli, Presidente FMI: “La ripartenza degli eventi turistici è un segnale importante di fiducia ed entusiasmo, sia per i motociclisti ma anche per le amministrazioni delle località in cui si svolgono i nostri eventi. Ricordo spesso che il Mototurismo rappresenta una vera e propria risorsa per il territorio, e lo è ancor di più in un momento particolare come quello che stiamo vivendo. In vista dell’attesa ripresa, rivolgo un saluto ai nostri Moto Club, ai nostri Tesserati e a tutti coloro che animeranno gli eventi FMI nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19”.

“Attendiamo questo primo fine settimana di luglio con grande piacere e soddisfazione – commenta Rocco Lopardo, Presidente della Commissione Turistica FMI -, perché è un altro importante segnale di ritorno verso la normalità. Dopo tanti giorni di stop causa virus, vedere che la vitalità e la voglia di organizzare dei nostri Moto Club sono intatte, è un ottimo segnale. Siamo sicuri che a queste si abbinerà la passione di molti Tesserati che non vedono l’ora di riprendere la moto per partecipare ad un evento organizzato nel totale rispetto delle attuali norme federali di sicurezza sanitaria”.

Il calendario degli eventi 2020, in continuo aggiornamento vista la situazione legata al Covid-19, è disponibile sul sito federmoto.it.

Continue Reading

News

Rievocazione Storica ISDT 1980. Il 12 luglio la presentazione della squadra italiana a Salice Terme

blank

Published

on

FMI

Dal 22 al 27 settembre prossimi andrà in scena la Rievocazione della ISDT 1980.

A Brioude, in Francia, verrà celebrato il 40° anniversario di quella che fu una competizione indimenticabile per l’Italia. La nostra nazionale – che allora, come oggi, era tra le migliori del panorama mondiale – fu capace di conquistare il Trofeo bissando il successo dell’anno precedente.

La squadra italiana

Sarà pronta a prendere parte all’evento rievocativo sarà presentata domenica 12 luglio a Salice Terme, durante una conferenza stampa. A seguito della quale i piloti proveranno le moto in un’area training dedicata. Le iniziative si terranno nel pieno rispetto delle norme per il contrasto della diffusione del Covid-19 e segneranno l’inizio del conto alla rovescia verso la Rievocazione della ISDT 1980.

A settembre, a Brioude, l’Italia sarà rappresentata da Franco Bartocci (Commissario Tecnico), Pier Luigi Rottigni (Direttore Sportivo) e dai piloti Luca Benedetti, Cesare Bernardi, Walter Bettoni, Gualtiero Brissoni, Maurizio Cecconi, Fabio Fasola, Roberto Gaiardoni, Adriano Micozzi, Pier Franco Muraglia, Giovanni Pieroni, Dario Salvi, Angelo Signorelli. Romano Bernasconi e Giancarlo Reseghetti saranno i cronometristi.

Continue Reading

News

“Benelli Days” 2020

blank

Published

on

By

blank

Si terranno il 10 e 11 luglio i “Benelli Days” 2020, due giornate di porte aperte e demo-
ride organizzate da Benelli in collaborazione con la sua rete di concessionari ufficiali,

in cui sarà possibile provare su strada i modelli presenti nella gamma della Casa
pesarese.

benelli
Per l’occasione saranno coinvolte circa 100 concessionarie in tutta Italia, per offrire la
possibilità a tutti gli appassionati delle due ruote di testare gratuitamente le best-seller
della Casa del Leoncino e tutte le novità 2020.

Tra le moto in prova la 752S, la TRK 502X, l’Imperiale 400 e il Leoncino 500.

I “Benelli Days” saranno l’occasione per condividere le prime impressioni di guida e
per ricevere maggiori informazioni e dettagli relativi alle moto in prova. Tutti coloro
che parteciperanno alle giornate di test riceveranno un simpatico gadget della Casa di
del Leoncino al termine della prova.

Nel rispetto delle normative anti-Covid e per evitare ogni forma di assembramento,
sarà necessario prenotare la prova contattando direttamente il concessionario di zona e
concordare con lui giorno e orario del test. Il giorno della prova, basterà presentarsi in
concessionaria indossando una mascherina di protezione e con il proprio
abbigliamento tecnico e casco per effettuare il test su strada.
Per scoprire le concessionarie aderenti visita il sito italy.benelli.com.

Continue Reading

Trending