fbpx
Connect with us

Fuel Garage

GARAGE SPECIALI. MORIKO E ALBIONET: LE SINERGIE A MOTO

Published

on

LUI È UN VOLTO NOTO NEL PANORAMA DELLE MOTO SPECIALI; LEI È UNA FACCIA NUOVA MA MESTIERE E CAPACITÀ NON LE MANCANO. UN “DUETTO” PER UNA REALTÀ CHE SI RINNOVA, NEL CUORE VERDE DELLA BRIANZA

Moriko e Albionet, all’anagrafe Sara Passerini e Antonio Albieri, ossia le facce e soprattutto le “mani” di una storica realtà brianzola, Le Moto di Albionet, centro revisioni autorizzato. L’officina di Triuggio (Mb) si rinnova e non solo nella ragione sociale. Albieri, fa parte della “vecchia guardia”: meccanico eccellente, artigiano e customizer con uno stretto legame con il mondo Triumph. Tonino (così lo chiamano amici e conoscenti) ha realizzato nel corso degli anni una carrellata di Special particolarmente interessanti, sia da un punto di vista estetico che tecnico; dettagli e lavorazioni artigianali, performance e guidabilità sono da sempre il suo biglietto da visita. 

Differente ma affine il percorso di Sara Passerini, tecnico specializzato con alle spalle una solida carriera in Dekra, un capitolo che Sara (alias Moriko) ha deciso di accantonare per inseguire un sogno, quello di poter lavorare a stretto contatto con i motori, in officina. Insomma, con “le mani in pasta” e con un ruolo del tutto inedito.

L’officina brianzola

In realtà Sara e Tonino si conoscono da tempo ma è da pochi mesi soltanto che i due hanno deciso di collaborare in maniera ufficiale. Soci dallo scorso maggio e con un ventaglio di progetti nel cassetto, primo tra questi allargare il raggio d’azione dell’officina brianzola: nasce così Moriko & Albionet Motorcycles, ossia un punto d’incontro tra competenze e gusti differenti; tecnica e stile che si fondono per questo inedito “duetto” con il quale abbiamo scambiato quattro chiacchiere, facendoci raccontare tutto ciò che bolle in pentola.

Così abbiamo scoperto che al tradizionale lavoro di officina, tra tagliandi e manutenzione ordinaria, da Moriko & Albionet Motorcycles il mondo special è di casa. Sul ponte, un telaio modificato e accanto una collezione di parti speciali artigianali. L’approccio per Sara e Tonino è quello di coinvolgere costantemente il cliente nel corso dell’intero processo di customizzazione,

“perché la moto sarà unica e personale – sottolineano – per questo vogliamo includere il proprietario e creare la sua special insieme a lui”. 

Ma non è tutto: l’officina è anche un centro revisioni autorizzato e da qui a pochi mesi Moriko & Albionet Motorcycles sarà un punto di aggregazione per motociclisti. Insomma, la loro è una bella sfida, un rilancio che trasuda passione con un sentore di carburante.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fuel Garage

Brisko Garage Officina d’Arte Meccanica

Published

on

bike Brisko Garage

Brisko Garage dà una nuova e fangosa identità a una pacifica Yamaha XV1000 del 1983 che a colpi di martello e saldatore diventa la bellicosa Bullet

Compassato consulente informatico di giorno, ispirato modellatore di nuove identità di notte: per avere una doppia vita Stefano Briscolini si è costruito in un piccolo garage la sua sconfinata prateria di libertà, il Brisko Garage .

L’ha chiamato Brisko Garage Officina d’Arte Meccanica perché il suo obiettivo è dare forma al metallo e nobiltà a vecchie moto a caccia della sua stessa chance, ovvero quella di una nuova identità, un nuovo inizio.

Dopo la XV750 TST (Testosterone) con cui si è fatto notare, ha deciso di resuscitare un’altra Virago, la XV1000 del 1983 che rinasce come “Bullet”.

E in effetti la vecchia custom Yamaha ha tutte le caratteristiche di chi ha bisogno di cambiare vita.

Brisko Garage

Non è un caso che sia una scelta frequente tra i customizer: minima spesa e tanta resa.

Il generoso bicilindrico a V appeso all’esile telaio è un invito a nozze per Stefano che lo smonta e revisiona completamente.

La forcella viene accorciata di 11 cm e per il retrotreno viene recuperato un ammortizzatore regolabile a gas di ultima generazione strappato a un’altra Yamaha, ma stradale.

Sempre da “jap recenti” e performanti arrivano i comandi freno e frizione, ma a guidare il progetto è un serbatoio di una Honda CB450 scovato al mercatino di Novegro.

Una volta adattato, è Brisko Garage Officina d’Arte Meccanica a definire le proporzioni di tutta la moto.

La Bullet è plasmata nottetempo nel Brisko Garage.

Stefano traduce in metallo la sua visione: plastica e vetro-resina sono categoricamente bandite.

Celare la batteria nell’esile codino, però, non è un gioco da ragazzi ed è costretto a qualche straordinario perché fa tutto da sé, compresa la verniciatura e la grafica.

Solo per le saldature si affida alle mani esperte di Rinaldo Olivari alla Olisald di Melegnano, suo “maestro di vita”. Dopo 7 mesi in clinica, la vecchia e pacifica XV è pronta ad andare a infangarsi col nome di Bullet. Intanto al Brisko Garage si continua a lavorare su un altro caso, quello di una Honda CX500 che, a detta del suo creatore, avrà tanto tanto alluminio… Non possiamo che attendere la sua nuova identità con curiosità.

Nicola Andreetto

Continue Reading

Fuel Garage

MONFERRAGLIA. Manuale del giovane “Monferraglio”

Published

on

AVETE RECUPERATO UN VECCHIO ‘CIAO’ NELLA CANTINA DEL NONNO E VOLETE PARTECIPARE ALLA VOSTRA PRIMA MONFERRAGLIA? BEH, VI SERVIRANNO UN PO’ DI SPECIAL PARTS, QUEL TANTO CHE BASTA PER FARVI TROVARE PREPARATI SULLA LINEA DI PARTENZA. A TAL PROPOSITO, ABBIAMO SBIRCIATO NEL CATALOGO PINASCO, SELEZIONANDO UNA SERIE DI PARTI SPECIALI CHE POSSONO FARE AL CASO VOSTRO, UNA SORTA DI KIT BASE PER “TRUCCARE” IL MOPED PIÙ ICONICO DI SEMPRE

Accessory, Monferraglia,

VARIATORE OVERDRIVE

Il variatore Pinasco Overdrive è plug&play, ossia è perfettamente compatibile con i componenti originali: studiato per garantire prestazioni e affidabilità, assicura una maggiore escursione complessiva e consente di sfruttare un rapporto più corto in accelerazione e un rapporto più lungo in velocità. Il variatore trova applicazione anche sui modelli Boxer, Bravo e Sì. 

Accessory, MONFERRAGLIA

MONFERRAGLIA. MOLLE FORCELLA

Sono più rigide e digeriscono colpi e terreni sconnessi, assicurando al tempo stesso una maggiore stabilità dell’avantreno, soprattutto a velocità sostenuta. Le molle forcella proposte da Pinasco sono specifiche per il Ciao.

Accessory, MONFERRAGLIA

MONFERRAGLIA. CARBURATORE

Carburatore con diffusore circolare con diametro da 13 mm, adatto a tutti i ciclomotori Ciao. Viene fornito con tutti gli accessori per il montaggio ed è già tarato con specifiche dedicate.

Accessory, MONFERRAGLIA

ALBERO MOTORE ANTICIPATO SPINOTTO 10

Albero anticipato ad alte prestazioni, è costruito in acciaio cementato, cromato, anticipato e lucidato nel lato ammissione, garantisce prestazioni anche in condizioni di utilizzo gravose. Disponibile anche con lo spinotto da 12, trova applicazione anche sui modelli Boxer, Bravo e Sì.

MONFERRAGLIA. GRUPPO TERMICO

Eccolo l’elemento fondamentale che consentirà al vostro moped di guadagnare spunto in partenza, coppia e accelerazione. Il gruppo termico Pinasco in alluminio Ø 42mm, è l’ideale per chi vuole dare un po’ di brio al proprio cinquantino. Il kit non necessita di particolari conoscenze tecniche per essere montato e si adatta facilmente a tutti i ciclomotori Ciao, Sì e Bravo. L’alluminio con riporto al Nicasil conferisce al gruppo termico Pinasco robustezza e resistenza, garantendo prestazioni superiori rispetto all’originale, in tutti i regimi di utilizzo. E per gli incontentabili, il produttore ha in listino anche una serie di gruppi termici da 75 cc.

Per maggiori info consultate il sito www.pinasco.com

Continue Reading

Fuel Garage

Plan B Motorcycles ha innestato una Pegaso 600 in una Tonale 175

Published

on

Plan B motorcycle

Riferimenti culturali e tecnici di altissimo livello ed esecuzione impeccabile per Plan B Motorcycles, che risolve con garbo e maestria un astruso rompicapo: può una Pegaso 600 stare in una Tonale 175? 

A Plan B Motorcycles, dicono che a  volte sei bravo, altre volte sei fortunato. Alcune volte, rare ed eccezionali, si riesce a essere entrambi.

E quando sei bravo davvero può capitare che la fortuna arrivi nascosta negli episodi più comuni come un cliente che entra in officina con un telaio ed un motore.

Plan B Motorcycles

Il primo è degli anni Cinquanta, è smilzo e poco più che un telaio da bicicletta.

Il secondo è un mono moderno, quattro valvole, raffreddato ad aria, di grossa cubatura, potente e ingombrante. Tra loro c’è quasi mezzo secolo di motociclismo.

Plan B Motorcycles

L’amichevole richiesta sottintesa sembra un rompicapo senza via d’uscita: “riesci a metterli assieme?”.

Per chiunque sarebbe lecito chiedersi a questo punto “perché?”, ma non per Cristian di Plan B Motorcycles.

Per lui offrire una seconda chance alle due ruote è un’autentica missione, tanto da aver chiamato Plan B Motorcycles la propria officina.

Plan B Motorcycles

Quel telaio di una vecchia Bianchi Tonale 175 del 1957 e quel 600 Rotax di un’Aprilia Pegaso sono fortunati: si trovano nel posto giusto, dove incontrano la bravura di Cristian di Plan B Motorcycles.

Plan B Motorcycles

Ne esce (ancora una volta) un autentico capolavoro.

Di fronte a certe realizzazioni noi di Fuel ci emozioniamo facilmente, forse è vero, ma appena abbiamo visto la Flying 57 ci sono venuti i brividi: assolutamente perfetta.

Plan B Motorcycles

Lo è dal punto di vista tecnico perché realizzata in modo esemplare, con soluzioni originali e lo è dal punto di vista del gusto calibrato, senza eccessi, con riferimenti culturali tali da farle toccare tanti generi e tante epoche senza appartenere a nessuna.

In Fuel Garage ti potrebbe interessare: La special Goha di South Garage

Nella Flying 57 ci sono le tracker da terra battuta, le Hot Rod degli anni Cinquanta, le moonshine racer, i chopper e persino la spavalderia ingegneristica anni Novanta su una creatura che pare rinvenuta in un fienile.

Plan B Motorcycles

Nella bellezza di 700 ore di lavoro, a Laveno Mombello quelli Plan B Motorcycles sono riusciti a frullare tutto con garbo estetico e audacia tecnica.

Il telaio del piccolo Tonale è stato tagliato nella parte posteriore e rinforzato per accogliere il motore sproporzionato, quindi zincato e lucidato a mano per mantenere a vista le cicatrici della vita passata.

Plan B Motorcycles

A lasciare di stucco, però, è il leveraggio della sospensione posteriore che, ispirato alla indimenticabile Britten V1000, scarica su un ammortizzatore posto davanti al motore.

Plan B Motorcycles

L’ingegnosa soluzione, oltre che di indubbio impatto, consente un retro-treno più libero e pulito. E consente di recuperare sotto la sella lo spazio necessario per il serbatoio dell’olio e l’impianto elettrico. Inoltre con lo scarico “reverse”, si ottiene un perfetto bilanciamento dei pesi.

Plan B Motorcycles

I 110 kg di questa Flying 57 sono così frazionati sulle due ruote a tutto favore di una guida che si preannuncia più esuberante di quanto sospettato.

Plan B Motorcycles

Per il 600 Rotax non sono stati necessari particolari interventi, ad eccezione del Mikuni a valvola piatta che spunta dal lato destro. Mentre tutto il resto è praticamente fatto in casa.

Plan B Motorcycles

Il serbatoio è stato donato da un altro Bianchi a due tempi. E al fine di renderlo evocativo ma anche più snello è stata realizzata un’apposita verniciatura a base di inchiostri e chiamata “licked candy blue”.

Plan B Motorcycles

Se è vero che la fortuna bacia gli audaci, a rompicapo risolto i ruoli si sono invertiti. Ad essere fortunato è perciò il cliente di Plan B Motorcycles. Tanto sfrontato da aver lanciato il guanto di sfida e tanto fausto da tornarsene a casa con una vera opera d’arte.

Nicola Andreetto

Continue Reading

Trending

LIFE EDIZIONI SRL Via Matteotti, 13 20841 Carate Brianza (MB) P.I./C.F. 08492360964 | Testata giornalistica registrata presso il tribunale di Monza, il 10/06/2019 N° AGCOM/ROC: 24245 Copyright © 2019 FUEL MAGAZINE.IT